22.2 C
New York
martedì, Luglio 5, 2022

Buy now

Lo scrittore Scarpa contro Brugnaro: «Non consegnamogli Venezia. Fermatelo»

Lo scrittore Tiziano Scarpa

Durissimo editoriale pubblicato da “Il  Domani” contro cessioni, acquisti e progetti portati avanti dall’attuale sindaco: «La nostra città appartiene al futuro, non a Brugnaro»

VENEZIA.  Durissimo lo scrittore veneziano Tiziano Scarpa contro la politica dell’attuale sindacoLuigi Brugnaro. La sua presa di posizione, esplicitata in un suo editoriale pubblicato dal quotidiano “Domani”, boccia progetti, cessioni e e acquisti.

L’appello: «Aiutateci a fermarlo».

“Lo dico da veneziano”, scrive nell’editoriale pubblicato nella newsletter del quotidiano , “L’inchiesta di Faggionato (che sta indagando su cessioni e acquisti della giunta Brugnaro, ndr) nella sua sintesi rende ancora più

chiaro qual è lo scopo delle varie cessioni, acquisti e progetti della

attuale politica comunale”.

E unendo progetti, cessioni ed acquisti appare, secondo Scarpa, “un’idea di Venezia come città attorno a cui far girare soldi e investimenti, per aumentare quei soldi in mano a chi ne ha già e ne vorrebbe di più. È un disegno che consegna la città e la laguna al puro sfruttamento speculativo. È qualcosa di più di un “conflitto d’interessi”: è un’idea guasta e pericolosa di Venezia”.

E aggiunge: “Luigi Brugnaro è un ricco imprenditore che possiede molte aziende private, e da sindaco controlla tutte quelle pubbliche, indirizza i piani strategici della città e la gestione delle sue funzioni cruciali: per il ruolo che svolge, oggi è il principale promotore di questo abuso di Venezia”. 

Perchè fermare lo scavo di nuovi canali?

“Scavare nuovi canali sott’acqua” osserva lo scrittore, 2stravolgerebbe le correnti ed eroderebbe la città, trasformando la laguna in una baia marina, distruggendo Venezia. Non credo che Brugnaro voglia distruggere Venezia. Ma questo è il risultato che provoca il suo modo di gestirla. Sta usando la visibilità e il prestigio che gli dà l’esserne sindaco per legittimarsi politicamente a livello nazionale”.

E chiude: “Venezia appartiene al futuro, è nostro dovere consegnarla alle donne e agli uomini delle prossime generazioni, non a Luigi Brugnaro. Aiutateci a fermarlo”.

Ecco l’intervento integrale di Scarpa pubblicato su “Domani”.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli Recenti